I muri a secco e i confini di pietra sono un aspetto vitale del passato ed eterno monumento di Pago alla difficile vita degli operai di Pago, che li hanno costruiti e mantenuti per secoli.

La serva è una rappresentazione popolare che tradizionalmente viene eseguita durante il carnevale e nell'ambito dell'estate di Pago e delle Serate etno.

velo blato pag

La Riserva ornitologica di Velo Blato si trova sul versante meridionale dell'isola di Pago. Questa zona ha un grande valore biologico, in quanto habitat di oltre 160 specie di uccelli palustri, di cui 66 nidificatrici.

Il costume nazionale di Pago è particolarmente bello e conosciuto in tutta Europa. Quando si parla del costume di Pago si pensa prima di tutto all'abbigliamento femminile stile retrò, in particolare al merletto realizzato su una base (con i fili), alla camicetta e al copricapo (chiamato pokrivaca).

Il merletto di Pago è un prodotto unico delle mani laboriose e abili delle donne paghesane. È una tradizione antichissima in tutto il Mediterraneo. Nella città di Pago la realizzazione del merletto per le esigenze dei paramenti femminili e clericali è stata registrata già a metà del XV secolo.

Il tanac paghesano (danza) viene eseguito con l'accompagnamento di cornamuse. Rappresenta un incontro tra giovani donne e uomini che indossano abiti folkloristici che, danzando, battendo le mani e girando, si attirano reciprocamente per ballare insieme.